Prestiti Inpdap per Dipendenti Statali 2017

Cosa si intende per Prestiti Inpdap?
I Prestiti Inpdap sono dei finanziamenti personali forniti ai lavoratori pubblici a condizioni agevolate e convenienti. Possono essere somministrati dall’ Inps, da banche o compagnie di finanziamenti.

C’ è tuttavia una condizione imprescindibile: il richiedente deve essere registrato alla Gestione Dipendenti Pubblici, che si occupa, tra le altre cose, della liquidazione e del pagamento delle pensioni, dei trattamenti di fine servizio e di fine rapporto.

Le diverse tipologie di Prestiti Inpdap per Dipendenti Statali 2017.

Ci sono tre differenti soluzioni per i lavoratori alle dipendenze dello stato:

  1. Piccoli prestiti Inpdap.

Sono richiesti per far fronte a piccole spese e urgenze di vario tipo. Tali prestiti vanno rimborsati entro 4 anni. Durata del finanziamento e importo delle rate variano in base al richiedente. Non è necessaria alcuna documentazione di spesa.

  1. Prestiti pluriennali diretti.

Vengono erogati per motivazioni personali e/o familiari. Il prestito può durare cinque (da restituire in 60 rate) o dieci anni (da restituire in 120 rate) e il richiedente deve avere un contratto a tempo indeterminato. Tuttavia, anche i lavoratori con un contratto determinato potranno usufruire del prestito a patto che riescano a estinguerlo entro la fine del contratto di lavoro.

  1. Prestiti pluriennali garantiti.

Anche in questo caso, la durata può essere di cinque (da restituire in 60 rate) o dieci anni (da restituire in 120 rate). Il richiedente deve essere in attività di servizio e avere almeno quattro anni di servizio effettivo. Non è necessaria alcuna documentazione di spesa.

In tutti i casi i Prestiti Inpdap per Dipendenti Statali 2017 verranno rimborsati tramite la cessione del quinto, ossia l’importo di ogni rata non potrà superare un quinto dello stipendio del richiedente.